sabato 7 dicembre 2013

Eutirox, levotiroxina e generico equivalente. E il Farmacista?

Da  Novembre 2013  è uscito l'equivalente generico dell'Eutirox, farmaco a base di levotiroxina sodica.
Niente di nuovo, ormai i farmacisti sono assolutamente abituati a cali di prezzi, nascite di equivalenti e sostituzione dell'originator con il generico - equivalente.
Senonché, neanche 24 ore dopo l'uscita dell'equivalente (Levotiroxina) l'AIFA ha immediatamente (e con solerzia, direi) emanato una comunicazione con cui avverte di NON sostituire automaticamente l'Eutirox con la Levotiroxina generica, ma, nel caso si decida di fare la sostituzione, di fare un dosaggio ormonale (TSH, T3 e T4) dopo 4-6 settimane dalla sostituzione per controllare che tutto sia OK.

Ma a chi si rivolge l'AIFA? Ai medici? Ai farmacisiti? Ai pazienti?
A tutti, tranne che ai farmacisti (e figuriamoci...).

Infatti:

  • di chi è la responsabilità di ordinare obbligatoriamente le analisi dopo 4 - 6 settimane? Del Medico
  • chi è il responsabile ultimo della scelta di utilizzare l'equivalente al posto dell'Eutirox? Del paziente (la legge dice "Fatta salva la volontà del paziente").
  • che responsabilità/obbligo ha il farmacista nel dover ricordare/informare/consigliare il paziente o il medico di fare le analisi previste? Nessuna!
Quindi, cosa cambia al farmacista?
Nulla. Potrebbe sostituire come prevede la legge, dato che la levotiroxina sodica è nella lista di trasparenza (che ricordo... è stilata dall'AIFA STESSA! Siamo o non siamo in Italia?)

Ma ho detto potrebbe.
Si, perché davanti a cose del genere e a indicazioni di FEDERFARMA, per ora è fortissimo il consiglio di NON sostituire mai l'Eutirox con l'equivalente generico Levotiroxina, in attesa che l'AIFA decida definitivamente che fare (es. togliere la Levotiroxina equivalente dalle liste di trasparenza).

Tutto come prima allora?
No, poiché l'equivalente Levotiroxina ha un prezzo più basso, adesso sull'Eutirox si paga una differenza a confezione (poca roba, 0.70-98€) che prima non si pagava.
Ricordo comunque che se il paziente vuole a tutti i costi l'equivalente (es. lo chiede gentilmente con una pistola puntata alla tempia :D), il farmacista può sostituire.

1 commento:

  1. ottimo riassunto. La confusione regna sovrana all'Aifa.

    In realtà è pure peggio di come l'hai descritto: la circolare che avverte di NON sostituire "automaticamente" l'Eutirox specifica di farlo SOLO per alcuni indicazioni d'uso, quindi chiede al farmacista di INDAGARE sulla diagnosi di ogni paziente. Confusione massima e abbondante ignoranza (o viceversa).

    RispondiElimina