venerdì 22 marzo 2013

Dispensare equivalente e originator sulla stessa ricetta



Un post semplice per un argomento semplice: mi viene chiesto
Ad un paziente sono state prescritte due confezioni di un antibiotico orale specificando la specialità branded [originator o marchio, ndr.]: posso erogare un pezzo branded ed uno generico?
Facendo un esempio pratico, vuol dire che sun una ricetta "rossa" SSN, il medico ha scritto "Augmentin 12 CPR 1g - due confezioni", ma per una qualche ragione

  • il paziente vuole provare l'equivalente generico
  • il farmacista ha disponibile solo 1 pezzo del branded (marchio), ma il paziente vuole avere subito tutte le confezioni
  • altro
c'è necessità di fornire una scatola di una marca (branded) e una di un'altra (equivalente).
Si può fare?

Certo! Senza alcun problema.
Il farmaco che si dispensa è esattamente quello indicato dal medico, l'AUSL rimborsa sempre e comunque lo stesso importo (dato che sia branded che brand hanno fissato lo stesso prezzo di rimborso).
L'unica differenza è che le 2 scatole sono diverse (come grafica) e che il paziente paga solo la "differenza" di una scatola.
Non c'è neppure bisogno di alcuna dichiarazione da parte del farmacista.

Sempre per rimanere sul pratico, nella ricetta dell'esempio sopra, avremo che il farmacista dispensa:
-  Augmentin 12 CPR 1g - una confezione
-  Amoxicillina + Ac. Clavulanico 12 CPR 1g - una confezione
e il paziente pagherà in totale 2.30€ (+ eventuali ticket sul reddito).

12 commenti:

  1. salve,per quanto riguarda il prezzo delle sostanze per preparati magistrali..se non sono sulla lista della tariffa nazionale dei medicinali si raddoppia il prezzo d'acquisto e a questa quantità si somma il 10% di iva,giusto?
    e per quanto riguarda i prodotti salutistici preparati in farmacia come si stabilisce il prezzo di vendita?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, esatto per il raddoppio.
      Per i salutistici, il prezzo è libero! 5, 50, 500€!
      ;)
      Un'idea è quella di calcolare il prezzo come magistrale e ridurlo del 20%... ma non è scritto da nessuna parte!

      Elimina
  2. l'iva è sempre del 10%?....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito la domanda: il Prezzo finale del galenico, in quanto medicinale, è comprensivo di Iva che nei dei medicinali é il 10%

      Elimina
  3. L'iva sul costo d'acquisto di un integratore è del 21% o del 10%?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuò a capire male le domande: anche gli integratori, COME QUALSIASI ALTRA COSA, hanno l'iva di acquisto al 21% (prezzi di acquisto netto + IVA).
      Poi, per alcuni prodotti, nel prezzo di VENDITA AL PUBBLICO, l'iva calcolata è differente (ed. 10 x i medicinali, 4 x ossigeno), indipendentemente dal l'iva di acquisto.

      Elimina
  4. ora ho capito...e per quanto riguarda l'iva nel prezzo di vendita per gli integratori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intendo prezzo di "vendita al pubblico"

      Elimina
    2. Nel prezzo di vendita al pubblico, l'IVA è del 10%

      Elimina
  5. salve,in farmacia si possono preparare integratori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La risposta è SI ma va chiarita.

      Se sono integratori SOLO a base di piante e loro parti, si possono preparare e vendere senza ricetta medica (risultano prodotti salutistici).
      In TUTTI gli altri casi (no parti vegetali oppure parti vegetali insieme ad altro, tipo vitamine, minerali, ecc...) si possono preparare e vendere SOLO dietro presentazione di ricetta medica.

      Diverso è se la farmacia ha richiesto l'autorizzazione per la produzione di integratori e notifica l'etichetta al ministero: in quel caso può produrli e venderli senza ricetta.

      Elimina
  6. Scusa l'erogazione dell'originator e dell'equivalente è valido anche in Sicilia? esiste un testo, una circolare in cui viene menzionata questa situazione??

    RispondiElimina