giovedì 5 gennaio 2012

Registro stupefacenti: errata chiusura. Che fare?

Mi viene chiesto che fare quando, nel chiudere il registro stupefacenti di entrata e uscita di una farmacia, si compie un errore, in particolare, si barra la pagina, si riportano le giacenze a fondo pagina, ma ci si dimentica di riportare la chiusura in una riga come operazione progressiva.

Le modalità di chiusura del registro stupefacenti utilizzato in farmacia sono state ribadite anche da una sentenza della Cassazione, la quale ha chiarito che l'operazione di chiusura di fine anno va registrata come una "normale" operazione, riportando il numero progressivo, la data (sarà sempre quella del 31.12), una frase del tipo "Chiusura registro al 31.12.XXXX" o similare, le giacenze in entrata, uscita e finali.

Il consiglio che posso dare in questo caso è quello di scrivere comunque l'operazione progressiva nella prima riga utile, anche se questo significa che sarà parzialmente coperta dalla barra trasversale di chiusura.
Ovviamente, se nel tracciare la barra trasversale di chiusura non si è del tutto coperto la riga in cui si effettua l'operazione di chiusura... siamo fortunati :)

3 commenti:

  1. Gentile Dottore, avrei una richiesta dafarLE in merito a registro entrata/uscita:
    stavo leggendo un capitolo inerente le transizioni interne, ovvero quando il farmacista utilizza sostanze stupefacenti per allestire forma farmaceutiche intermedie che poi serviranno per allestire galenici magistrali o officinali multipli. Non riesco a capire la frase

    "per la preparazione allestita andrà intestata una pagina relativa alla COMPOSIZIONE DI UNA SINGOLA UNITA' TERAPEUTICA PER OGNI DOSAGGIO SPECIFICO. Le unità terapeutiche potranno essere conservate in un unico recipiente o ripartiti in relazione alle quantità usulmente prescritte dai medici"
    cosa si intende per singola unità terapeutica in questo caso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve.
      Resto confuso sul fatto che il trafiletto si riferisca ad una preparazione INTERMEDIA.

      Infatti, le prime parole del testo virgolettato dice "per la PREPARAZIONE allestita...".
      Se la intendiamo come il farmaco finale (e non intermedio), la frase ha un senso perfetto: si riferisce al fatto di intestare una pagina del registro alla preparazione in base alla sua composizione (Es. codeina 10mg) e di caricarla in base alle unità posologiche (es. capsule).
      Si avrebbe una pagina in cui caricare le unità posologiche prodotte (es. 100 capsule), da scaricare quando si presenta la ricetta medica (es. prescrizione di 30 capsule): si scaricano 30 capsule e rimangono in carico 100 - 30 = 70 capsule.
      Sul blog c'è un post (http://farmalegge.blogspot.com/2011/04/galenici-base-di-stupefacenti-in-tab-ii.html) dove spiego questa cosa, anche se l'articolo indicato parla d'altro.

      Se diversamente inteso, per capire esattamente a cosa si riferisce quel testo (mi riferisco al termine "INTERMEDIE"), può mandarmi via mail la scansione PDF della pagina? Così posso leggere il contesto e poterle rispondere.

      Elimina
  2. Salve, relativamente alla chiusura di fine anno e alla totlizzazione degli acquisti, il riporto dall'anno precedente andrebbe incluso nel totale degli acquisti?
    Mi spiego meglio con un esempio: 4 confezioni in giacenza da anno precedente; 100 acquisti e 100 vendite.
    nella chiusura di fine anno lei scriverebbe:
    100 entrate, 100 uscite, giacenza 4
    oppure
    104 entrate 100 uscite giacenza 4

    cordialmente

    RispondiElimina