sabato 26 novembre 2011

Esenzione e autocertificazione sulla ricetta: chi deve apporle

Post rivolto principalmente per farmacisti e medici dell'Emilia Romagna, ma non è detto che non sia valido in altre regioni dove esiste una situazione analoga.
Come tutti sanno, nell'ultimo periodo sono entrati in vigore i nuovi ticket sanitari sui medicinali in base al reddito del nucleo famigliare di appartenenza, da certificare con una autocertificazione del reddito indicata dai codici RE1, RE2, RE3 e RE4.
Pochi mesi prima, l'AUSL aveva introdotto anche la certificazione dell'esenzione in base al reddito attraverso il codice esenzione E01.
Voglio fare notare le 2 parole sottolineate in grassetto: autocertificazione nel primo caso, esenzione nel secondo. Questa distinzione è fondamentale per capire come funziona il discorso che state per leggere.

L'autocertificazione del reddito è un atto (auto)certificato direttamente dal cittadino/paziente che dichiara il reddito lordo del nucleo famigliare di appartenenza; che poi sia vero o falso, spetta all'AUSL effettuare gli accertamenti del caso.
L'esenzione per reddito, invece, è un atto che viene certificato dall'AUSL sulla base della documentazione rilasciata dal cittadino/paziente e che viene valutata preventivamente. Se sono presenti i requisiti, l'AUSL rilascia l'esenzione (es. E01, la più famosa).

Ora, chiariamo bene questo assunto: l'attestazione del diritto all'esenzione per motivi sanitari è certificata esclusivamente dal medico prescrittore. Il che significa che il medico E SOLO LUI può indicare su una ricetta un codice di esenzione (invalidità, lavoro, patologia, reddito, ecc...).
La frase scritta in grassetto la potete leggere comodamente voi la prima volta che vi capita una ricetta rossa tra le mani: giratela e leggete il retro, l'ultima frase in fondo.
L'autocertificazione del reddito, invece, visto che NON è un'esenzione, può essere aggiunta dal farmacista o addirittura dal paziente stesso.

Riassumendo:
  • i codici esenzioni di qualunque tipo essi siano (es. C02, E01, 048, 013, L04, ecc...) devono essere aggiunti sulla ricetta SOLO e SOLAMENTE dal medico. E chiarisco anche: se il medico redige la ricetta al computer e aggiunge a mano l'esenzione, l'esenzione va controfirmata.
  • i codici dell'autocertificazione (RE1, RE2, RE3, RE4) possono essere aggiunti dal medico o dal paziente o dal farmacista.
Ultima cosa: l'esenzione ESENTA dal ticket, l'autocertificazione NO!
Faccio un esempio: immaginiamo 2 pazienti, uno con E01, l'altro con RE1; entrambi devono effettuare una radiografia alla schiena, soggetta ad un ticket di (es.) 36 €:
  • il paziente con E01 non paga nulla
  • il paziente con RE1 paga 36€

Nessun commento:

Posta un commento