sabato 24 settembre 2011

Esenzione ticket e morfina: si può dare a pagamento con SSN?

Mi è stata sottoposta una domanda interessantissima che riporto qui sotto.
All'atto della dispensazione di una confezione di Morfina 10 mg fiale iniettabili con ricetta SSN , in assenza di nota 048 o di altro tipo di esenzione, poichè il costo della confezione [1,59€ ndr.] risulterebbe inferiore al ticket [3,00 €, ndr.], se il farmacista volesse dispensare a pagamento il farmaco nell'interesse economico del paziente, come dovrebbe comportarsi a riguardo per lo scarico del farmaco? Mi è stato obiettato che a quel punto occorrerebbe la RMR [Ricetta Ministeriale a Ricalco] per conservare 'idonea ' documentazione.
La risposta c'è, ma non è lineare.
Partiamo da cosa dice la legge, a proposito della prescrizione di Morfina fiale con ricettario SSN:
«Per la prescrizione, nell’ambito del Servizio sanitario nazionale, di farmaci previsti dall’allegato III-bis per il trattamento di pazienti affetti da dolore severo, in luogo del ricettario di cui al comma 1 [RMR, ndr.], contenente le ricette a ricalco di cui al comma 4, può essere utilizzato il ricettario del Servizio sanitario nazionale [omiss...]»

Sembrerebbe non esserci dubbio: se il medico prescrive uno stupefacente "nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale" (quindi a carico dello Stato, con la "mutua" per i profani), può (quindi se vuole) utilizzare il ricettario rosso SSN al posto di quello RMR.
Da tale dizione si capisce che invece se il medico vuole prescrivere la Morfina fiale iniettabili a pagamento (a carico del cittadino) DEVE usare la RMR, poichè non si rientra "nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale".

Sembrerebbe così dunque...

Sembrerebbe...

In realtà, nel 2010 la FOFI diete un parare diverso su un caso molto simile: ci si chiedeva se era possibile per un farmacista della regione Emilia Romagna, dispensare a pagamento una ricetta SSN proveniente da altra regione (es. Molise), poichè in quel caso, nonostante si avesse una ricetta SSN, non si era più nel "nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale", ma ci si trovava con una ricetta rossa NON spedibile in convenzione ma a pagamento.
La FOFI rispose quanto segue:
«La prescrizione da parte del medico effettuata sul ricettario SSN, nel caso previsto dal comma 4-bis dell'art. 43 del DPR 309/1990 come modificato dalla legge 38/2010, risulta pienamente legittima (si tenga tra l'altro presente che il medico non è tenuto a sapere in qualefarmacia l'assistito spedirà la ricetta). Pertanto, la prescrizione è legittimamente effettuata sul ricettario SSN e l'unica differenza tra lo spedirla in una farmacia della regione o in una farmacia fuori regione consiste nella possibilità di spedirla in regime di SSN o nella necessità di spedirla solo in regime privato.»

Basandosi su questa risposta della FOFI e adattandola al caso concreto, la risposta finale che troviamo è che SI, si può spedire una ricetta di Morfina a pagamento anche quando redatta con ricettario SSN, nel caso in cui il paziente trovi più vantaggioso economicamente pagare il farmaco piuttosto che la quota del ticket.

Il farmacista non dovrà fare altro che trattare la ricetta SSN come se fosse una ricetta a pagamento, conservandola in originale. Non ha bisogno di altro. Per gli adempimenti completi vi lascio a questo post.

Puff... puff... pant... pant... oggi è stata dura ;)

Nessun commento:

Posta un commento