domenica 3 luglio 2011

Dati acquirente per la sezione B e C degli stupefacenti

Dio benedica i commenti :)
Sono una fonte di comunicazione e scambio incredibile con i colleghi/visitatori del blog.
Sempre in un post, mi è stato chiesto quanto segue:
Per le ricette che ricadono in Tab. II sez. B e C, il farmacista deve chiedere un documento di identità all'acquirente?Deve trascrivere i dati dell'acquirente sulla ricetta?
La risposta è NO, sia per la sezione B che C, sia che si parli di ricette di farmaci industriali che ricette di galenici.
Quello che deve fare il farmacista, oltre a spedire la ricetta con timbro, data e prezzo praticato, è... caricare e scaricare la sostanza (o farmaco) dal registro stupefacenti.
Niente documento di identità da chiedere o dati da riportare o da spedire all'Ordine.

Colgo l'occasione per ricordare che i 2 obblighi di cui sopra sono richiesti in 2 occasioni:
  1. vendita di stupefacente classificato in sezione A
  2. vendita di stupefacente riclassificato in sezione D con la Legge 38/2010 (c.d. Legge del Dolore) e qualsiasi altro nuovo farmaco classificato in sezione D che rientri nei limiti previsti, ma messo in commercio dopo l'entrata in vigore della legge (es. Targin o Instanil).

3 commenti:

  1. Questo blog è una fonte di sapere in vista dell'esame di stato!!! Grazie

    RispondiElimina