sabato 7 maggio 2011

Ricetta ripetibile: quante confezioni alla volta?

Il tema che tratto oggi farà cadere dal pero molti colleghi farmacisti che lavorono da diverso tempo. Sembrerà di parlare di una cosa assolutamente banale e scontata... che però alla fine non lo è affatto.
Infatti si tratta di una domanda che "colpisce" soprattutto i neolaureati freschi freschi di università ed è questa: quando ad un farmacista viene presentata una ricetta di (es.) Xanax con indicato 1 confezione, è legittimo per il farmacista dispensare subito 2 confezioni o addirittura tutte e 3 le confezioni?

Molti diranno: ma che domanda è? Ovvio che si!!
Leggete e potreste capire che non è proprio proprio proprio proprio così...

Inizio con il dire che non esiste esplicitamente nessuna norma che vieti espressamente la consegna contemporanea di tutte le confezioni.
Il tutto si riconduce alla domanda:
che differenza c'è per un medico scrivere su una ricetta"Xanax 0,5 mg - 1 confezione" e "Xanax 0,5 mg - 3 confezioni"?
(Nota: il discorso è valido anche per medicinali non stupefacenti soggetti a ricetta ripetibile per 10 volte in 6 mesi).
Come dicevo all'inizio, la maggior parte dei farmacisti risponderebbe: nessuna differenza, poiché sia nel primo che nel secondo caso si possono dare 3 di confezioni in un'unica spedizione.

In realtà, lo spirito della legge è che mentre nel secondo caso il farmacista è direttamente autorizzato dal medico a dispensare tutte e 3 le confezioni di medicinale in un'unica volta, nel primo caso il farmacista dovrebbe consegnare una sola confezione alla volta, basandosi sulla posologia per poter dispensare le successive (esempio, in prossimità dell'esaurimento della confezione precedentemente acquistata).
Questo in teoria e nell'insegnamento universitario.
Perché la realtà pratica è ben diversa: il farmacista non può opporsi ad una richiesta verbale del paziente di disporre subito di tutte e 3 le confezioni (es. il paziente parte per un viaggio, ha difficoltà a tornare in farmacia, deve assumerne un quantitativo diverso datogli dallo specialista anziché il medico curante, ecc...).
E non deve neppure interrogare il paziente per vedere se rientra nei casi appena citati (dispensando la confezione) o no (negando la confezione).
Si consideri poi che nella realtà quasi nessun medico redige le ricette bianche con l'indicazione della posologia (che non è obbligatoria). Nella teoria, il farmacista sopperirebbe a questa mancanza facendo riferimento alla posologia massima indicata sul foglietto illustrativo... Al limite della fantascienza.

L'unica motivazione valida che riesco a vedere per la quale il farmacista deve (dovrebbe) dispensare una confezione alla volta, è il ruolo sanitario e di farmacovigilanza che riveste, nell'intento di assicurarsi che il paziente non assuma dosi eccessive di medicinale.

7 commenti:

  1. ciao collega,penso che questo post abbia tratto ispirazione dal mio quesito. una piccola precisazione in merito al numero di confezioni,in quanto l'indicazione del medico di un numero di confezioni superiore all'unità, ne esclude la ripetibilità. concordi con me??
    ciao a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao Collega. Potrebbe essere, i casi che mi sottopongono (email, telefono, di persona) tendo a riadattarli e condividerli qui.
    Non ho ben capito la domanda: se intendi che con l'indicazione di 2, 3, 4 viene esclusa la ripetibilità dico SI, nel senso che TEORICAMENTE la ricetta andrebbe evasa TUTTA in una volta sola, e comunque va riconsegnata al paziente.
    Poi è ovvio che se il medico scrive (es.) 2 e il paziente non ha soldi a sufficienza, nulla vieta al paziente di acquistarne 1, riprendersi la ricetta e tornare entro la scadenza per acquistare la seconda.
    Non so se era questa la domanda...

    RispondiElimina
  3. non sono laureata ma sto studiando proprio in questo periodo per l'esame di tecnica 1. da ciò che è stato spiegato a lezione se in ricetta ripetibile il medico prescrive più di una confezione dovranno essere dispensate in una sola volta e la ricetta perde la ripetibilità. mi sembra di nn aver capito bene il senso della sua domanda: se in ricetta il medico prescive una sola confezione credo che se ne debba consegnare una al momento e poi le altre di volta in volta apponendo ad ogni dispensazione un tibro e il prezzo apportato in ricetta. sbaglio??

    RispondiElimina
  4. Ciao.
    E' importante distinguere quello che è la pura teoria dalle intenzioni del legislatore e dalla realtà.
    Mi spiego.

    Se il medico scrive 3 scatole, TEORICAMENTE dovresti (potresti) dispensarne 3 in un solo colpo e la ricetta perde la ripetibilità nel senso che non può più essere usata.
    Immagina che il medico indichi 3 confezioni.
    Domanda: e se il paziente non ha i soldi per le 3 scatole, ma solo per 1? Le altre 2 le regali?
    O se il paziente ne vuole solo 1, lo costringi ad acquistare le altre 2?
    Capisci quindi che si dispensa ENTRO i limiti stabili dalla legge.

    Quando il medico scrive 1, vale quello che ho scritto nel post: TEORICAMENTE sarebbe da spedire 1 alla volta. In pratica, dispensi anche subito il massimo possibile (es. fino a 3 per stupefacenti in sez. E o fino a 10 per altre ripetibili).

    RispondiElimina
  5. Buongiorno dott. Ternelli, durante il tirocinio mi è capitato di vedere ricette con la prescrizione di benzodiazepine, dunque con validità di 1 mese e spedibilità di 3 volte, in cui, nella maggiorparte dei casi, non erano specificate n'è il numero di confezioni nè la posologia. In questi casi è consentito dalla legge dispensare 2 confezioni alla volta o evadere proprio la ricetta dietro richiesta del paziente? Oppure è una prassi diffusa ma non consentita dalla legge, in realtà ? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non c'è scritto nulla per quanto riguarda il numero di confezioni, si intende sempre come se fosse indicata "una confezione" con tutto quello che ho scritto nell'articolo.
      TEORICAMENTE bisognerebbe darne una alla volta. La realtà, la VITA, rende impraticabile questa opzione e si dispensano le confezioni richieste (es. se il paziente va in vacanza dove non c'è farmacia e vuole una scorta?)

      Elimina
  6. Salve, quante confezioni posso acquistare dal farmacista, se il mio medico di base mi prescrive sulla ricetta bianca "una confezione ripetibile?"
    Grazie mille!
    Margherita

    RispondiElimina