giovedì 24 marzo 2011

Normativa del DecaDurabolin (Deca-Durabolin) USO VETERINARIO

Dall'estate 2010, il DecaDurabolin è stato riclassificato in Tab II, sez. A. Questo vuol dire che è diventato a tutti gli effetti una sostanza psicotropa e stupefacente, almeno come classificazione farmaceutica.

(Parentesi: sul motivo di questa riclassificazione sono perfettamente d'accordo. Il nandrolone è ampiamente abusato in ambito sportivo e non. Qualche formalismo in più contro un traffico illegale è un prezzo perfettamente accettabile).

Vediamo quindi quali sono le principali modifiche alla legislazione di questo farmaco e come fare a spedire una ricetta redatta ad uso veterinario; a scanso di equivoci, chiarisco che le indicazioni sotto riportate si riferiscono a entrambi i dosaggi (fiale da 25 e 50 mg).
  • NON E' PIU' PRESCRIVIBILE CON RICETTA BIANCA VETERINARIA NON RIPETIBILE
  • non facendo parte dell'allegato IIIbis (c.d. "terapia del dolore") non è soggetto alle semplificazioni della Legge 38/2010 sugli stupefacenti
  • può essere prescritto SOLO ed ESCLUSIVAMENTE con la ricetta ministeriale speciale (detto anche "triplice copia ministeriale" o RMR); chiarisco che non è la ricetta veterinaria non ripetibile in triplice copia (per intenderci quella rosa, azzurra, gialla, bianca). Sono ancora più chiaro: è il modello nato con la legge del 15 febbraio 2001, utilizzato a tutt'oggi per la prescrizione di (es.) Morfina Cloridrato in fiale.
  • tale ricetta RMR ha validità di 30 giorni, escluso quello di emissione
  • i formalismi per la prescrizione ad uso veterinario sono TUTTI quelli dei farmaci stupefacenti in Tabella II sez. A e quindi: nome e cognome del proprietario dell'animale, indirizzo del proprietario dell'animale, dose, modo e tempo di somministrazione (non necessariamente in tutte lettere), data di redazione, firma del medico veterinario, timbro del medico veterinario contenente indirizzo e numero di telefono professionali, razza e sesso dell'animale, la scritta "USO VETERINARIO" nello spazio dedicato alle fustelle.
  • essendo un farmaco in fascia C, quindi a carico del cittadino, è sufficiente che il proprietario dell'animale disponga della sola copia originale. La copia SSN dovrebbe rimanere al Veterinario insieme alla "copia del prescrittore". Dico "dovrebbe" perchè se il paziente si presenta anche con la copia SSN non ci sono problemi: il farmacista conserva la copia SSN allegata all'originale
  • il farmacista, all'atto della spedizione, appone data, timbro e prezzo praticato. Inoltre, riporta sulla ricetta (copia originale) il nome e cognome dell'acquirente insieme agli estremi di un documento di riconoscimento
  • il farmacista conserva la ricetta per 2 anni dalla data dell'ultima registrazione effettuata sul registro di entrata/uscita
  • il farmacista NON deve spedire alcuna ricetta o copia o altra informazioni all'AUSL.
Sul blog sono presenti anche informazioni sulla normativa del DecaDurabolin USO UMANO.

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina