martedì 23 novembre 2010

Farmaci ad uso umano per animale da compagnia (cane, gatto, ecc...) o da reddito

Spesso agli animali da compagnia è necessario somministrare farmaci ad uso umano (es. Deltacortene compresse, cortisone a base di prednisone).

La cosa è fattibile, ma quando si prescrive un qualsiasi farmaco ad uso umano ad animale da compagnia è necessaria una ricetta bianca non ripetibile valida 30 giorni, da conservare 6 mesi (Attenzione: alcuni autori sostengono 5 anni!) recante oltre ai classici formalismi (data, timbro e firma del veterinario, posologia) anche il nome, cognome e indirizzo del proprietario dell'animale, specie dell'animale.

Gli stessi farmaci di cui sopra, quando prescritti per animali da reddito (detti anche "da alimentazione" o DPA) richiedono ricetta veterinaria non ripetibile in triplice copia (rosa, gialla, azzurra) valida 10 giorni lavorativi, a meno che l'animale da reddito/alimentazione umana non sia stato dichiarato dal veterinario "irreversibilmente non da alimentazione": esempio classico è un cavallo da corsa dichiarato irreversibilmente da alimentazione ed in tal caso é sufficiente la ricetta bianca non ripetibile (cercate nel blog un post dedicato al caso specifico).
La dichiarazione può essere presente sulla ricetta, ma non obbligatoriamente: questo vuol dire che se si riceve una ricetta bianca non ripetibile destinata ad un cavallo (o altro animale da reddito, ci siamo capiti :-D) a cui è prescritto un farmaco ad uso umano e non è riportata alcuna dichiarazione, il farmacista dà per scontato che il veterinario lo ritenga irreversibilmente non da alimentazione.

Ultimo aggiornamento: 24/11/2011

Nessun commento:

Posta un commento