mercoledì 3 novembre 2010

Approvvigionamento di farmaci OSPedalieri - ricetta limitativa da parte di veterinari

Ultimo aggiornamento: 03 Agosto 2013

Gli OSP sono i medicinali ad uso esclusivamente ospedaliero, NON vendibili al pubblico e NON prescrivili dal medico direttamente al paziente o proprietario dell'animale (quindi sia come uso umano che uso veterinario).

Per i medici veterinari è prevista però una possibilità: in base alla legge 193/2006, quando un medico veterinario vuole approvvigionarsi (non prescrivere) un farmaco OSP o che richiede ricetta limitativa (Omnipaque®, Ebixa®, Eprex®, Protopic®, ecc...), può ottenerlo approvvigionandosene per uso ambulatoriale utilizzando la ricetta veterinaria non ripetibile in triplice copia (rosa, azzurra, gialla, bianca).
Tale ricetta deve essere compilata dal veterinario come segue:
  1. intestando la ricetta a se stesso o alla struttura/clinica in cui lavora
  2. barrando la casella “per scorta propria”
  3. barrando la casella "la ricetta deve essere spedita all'AUSL" (se anche venisse barrata la casella “la ricetta NON deve essere spedita all'AUSL”, il farmacista spedisce comunque la ricetta all'AUSL)
  4. barrando (annullando) le caselle “Posologia e durata del trattamento” e “Tempo di sospensione”
  5. indicando data, luogo
  6. apponendo timbro e firma
Nota importante: il veterinario non può mai e in alcun modo redigere ricette che permettono al proprietario dell'animale di acquistare direttamente OSP o farmaci soggetti a ricetta limitativa. Il metodo sopra riportato è utilizzabile soltanto per l'approvvigionamento ambulatoriale e somministrazione diretta da parte del veterinario sotto la sua responsabilità.
Quindi, se il proprietario dell'animale si presenta in farmacia con una qualsiasi ricetta con prescritti OSP o farmaci soggetti a ricetta limitativa (es. bianca o triplice copia veterinaria con indicato Ebixa® per un cane o Eprex® per gatto), la ricetta non è mai spedibile.

Tornando alla richiesta di approvvigionamento, il farmacista all'atto della spedizione deve:

  • numerare la ricetta
  • apporre sulla ricetta firma, data, timbro, prezzo praticato, lotto (volendo anche la scadenza)
  • restituire la copia gialla al veterinario e conserva la copia rosa per 5 anni.
  • inviare sempre la copia azzurra all'AUSL, anche qualora il medico veterinario dovesse barrare di "non inviare la copia all'AUSL"

1 commento:

  1. una clinica ha chiesto di potersi approvvigionare presso una farmacia privata aperta al pubblico,territoriale, il medicinale "fentanest fiale" . la farmacia si è informata per sapere se il farmaco è disponibile presso il grossista e lo è. trattandosi di farmaco ospedaliero,di cui è vietata la vendita al pubblico,può una clinica approvvigionarsi presso una normale farmacia,e come deve fare,con l'autoricettazione in 3 copie specificando che è per uso interno? grazie

    RispondiElimina